Loris Stecca. Il fratello sbagliato.

Mercoledì 25 febbraio alle ore 20,30 in Libreria presentazione del libro "Loris Stecca. Il fratello sbagliato" alla presenza degli autori Renzo Semprini Cesari e Filippo Vignali.                             

 

Sembra un film scritto da qualche sceneggiatore hollywoodiano, la vita di Loris Stecca.
Cresciuto sportivamente nella palestra riminese di Elio Ghelfi, Loris debutta tra i professionisti nel 1980.
La sua carriera raggiunge il culmine la notte del 22 febbraio 1984 quando, battendo Leonardo Cruz, conquista il titolo di Campione del mondo dei supergallo WBA: mai nessun italiano ci era riuscito così giovane. Nello stesso anno, il fratello minore Maurizio conquista la medaglia d'oro alle Olimpiadi di Los Angeles, scatenando un'inevitabile rivalità mediatica.
La vita di Loris - che perde il titolo in una infuocata serata portoricana, finisce per essere messo in ombra dai risultati di Maurizio e si ritira appena quattro anni più tardi - continua a essere burrascosa e battagliera anche fuori dal ring.
Il suo nome abbandona le pagine dello sport per apparire sempre più spesso in quelle della cronaca come protagonista di gesti eclatanti e sorprendenti, come la sfida lanciata a Fabrizio Corona o al minacciato suicidio dal sommo di una galleria dell'A14, sino ai fatti del Natale 2013, quando viene fermato dalla polizia con l'accusa di tentato omicidio dopo aver accoltellato una socia in affari.
Semprini e Vignali con questo libro realizzano un lungo e avvincente reportage narrativo, e riescono a raccontare con il piglio avvincente del romanzo la vita di uno dei più talentuosi e sregolati pugili dei nostri tempi.
L'ambientazione riminese degli Settanta-Ottanta è stata ricostruita col puntiglio di chi vive la Riviera dodici mesi all'anno, e la carriera di Loris è stata ripercorsa grazie a decine di interviste realizzate a solidali (dal maestro Ghelfi in giù), familiari (come il suocero-mentore Lillo Platania) e modelli (Nino Benvenuti su tutti) del pugile stesso. Questo libro racconta in maniera ricca e approfondita la storia di un uomo, l'atmosfera autentica della sua terra "di sangue e d'oro", e il fascino di uno sport come la boxe.
Un omaggio devoto, in ultima analisi, a un pugile coraggioso e sfortunato, che trent'anni fa ha fatto battere i cuori dei ragazzi e forse, anche oggi che attende di essere giudicato, non ha mai smesso di sentirsi il campione del mondo.

 

I NOSTRI CATALOGHI

ARCHIVIO CATALOGHI



Newsletter

Mostre

2 INCONTRI CON LA STORIA

Venerdì 3 maggio 2019 ore 18.00 Giordano Bruno Guerri presenta il suo libro "Disobbedisco. Cinquecento giorni di rivoluzione. Fiume 1919-1920" Ed. Mondadori                        ...

ARCHIVIO MOSTRE